Creativa: dalla carta al digitale del turismo!

Data: 
01/12/2016

Martedì 29 novembre presso il Circolo dei Lettori di Torino si è svolto il secondo incontro del ciclo "Contaminazioni in Viaggio" di Paola Tournour-Viron in collaborazione con Talking - Eventi di parole di Cristina Biasioli, e Contesti Turistici di Melania Cammisa . Creativa ha sviluppato il tema delle "Regole per la comunicazione su web e carta stampata" nel mercato Turistico, con un seminario a cura di Roberto Amarotto, CEO di Creativa e coordinatore dell' Osservatorio Permanente sul Cambiamento della Comunicazione UNICOM - Associazione Nazionale Imprese Comunicazione, e con gli interventi dei relatori Gabriele e Paolo Agus di Atinedis sull'impaginazione automatica e collaborativa, trattando anche il marketing di prossimità con i beacon e Marco Scevola di Creativa sull'email marketing con tag comportamentali.

Il tema generale intendeva evidenziare i cambiamenti generati nella grafica dalla rivoluzione digitale . Come emergere dal grande mare dei materiali di comunicazione online e offline ? Oltre 29 milioni di italiani tra i 17 e i 74 anni accedono a internet dal proprio smartphone, ma nonostante questo dato in continua crescita, il catalogo cartaceo nel mercato turistico ha ancora una larghissima diffusione. Opuscoli patinati, brochure di territori e itinerari, flyer e locandine su carta sono ancora protagonisti nel processo di vendita del viaggio, ma grazie al continuo sviluppo delle tecnologie digitali è possibile ottenere più efficienza nella loro realizzazione, dalla fase di preparazione pre-stampa alla pubblicazione e alla distribuzione. Senza contare l'enorme offerta di soluzioni interamente digitali: APP, portali editoriali online, e-book, web makerting, newsletter, Social Network , sempre più in grado di offrire contenuti personalizzati ai turisti di oggi.

Il seminario ha affrontato in modo pratico questi percorsi di trasformazione dei supporti cartacei: il modo di organizzarne la progettazione e la gestione dei contenuti, i vantaggi che possono procurare in termini di riduzione dei costi e di sostenibilità, le nuove modalità d'uso nel marketing turistico.